Skip to main content

Carrello

Close Cart

Si parla tantissimo di creatività e molto spesso è legata ad una capacità artistica come la pittura, il disegno o la scultura. Poco si parla della creatività intesa come il creare qualcosa che non esiste ancora. I bambini sono maestri in questo!

Per loro il mondo è una continua scoperta e il modo preferito per avventurarsi è di osservare, replicare e far proprio quanto appreso per utilizzarlo in altri contesti. Anche questa è creatività?

Cos’è la creatività

Essere creativi” è un tratto distintivo che definisce le persone che lo sono da quelle che (apparentemente) non lo sono. Ma cosa significa essere creativi e cos’è la creatività?

Per noi la creatività è quell’abilità che permette la comprensione della complessità del mondo con il pensiero divergente. Il pensiero convergente conduce in modo logico e sequenziale il bambino ad una sola soluzione corretta. Il pensiero divergente è il processo per cui il bambino arriva a molteplici conclusioni seguendo ogni volta nessi e spunti diversi, tutti facenti parte del proprio personale bagaglio di conoscenze.

Lo psicologo Guilford è stato il primo negli anni ’50 a teorizzare il nesso tra creatività e pensiero divergente

Le caratteristiche principali del pensiero divergente sono per lo studioso:

  • Fluidità: dare più risposte/conclusione ad un singolo problema/situazione;
  • Flessibilità: saper passare da un’idea o all’altra, anche lontane concettualmente;
  • Originalità: trovare idee o strade inesplorate;
  • Elaborazione: la capacità di concretizzare le proprie idee.

I bambini sono molto più bravi degli adulti ad elaborare pensieri divergenti semplicemente perché è il loro modo naturale di approcciarsi ad un mondo che ancora non conoscono bene e che quindi non hanno catalogato e stereotipato.

Come allenare la creatività dei bambini

I bambini sono quindi naturalmente predisposti alla creatività ma perché abbiano gli strumenti per mantenere questa abilità è importante offrire loro il contesto per sfruttarla e potenziarla.

Ecco allora un vademecum per il genitore perché possa nella quotidianità stimolare il proprio bambino:

  1. Esperienze: più esperienze diverse significa più snodi di connessione che innescano il pensiero divergente. Cerchiamo di trovare attività che coinvolgono più sensi. Ad esempio, una passeggiata nel bosco può potenzialmente attivare tutti i sensi, oltre a scaturire tantissime domande, ipotesi e conclusioni sul mondo animale e vegetale. La natura è sempre un’ottima palestra di creatività per i bambini!
  2. Giudizio: evitare i giudizi su opere o pensieri dei bambini è fondamentale non solo per lo sviluppo della creatività ma anche per la crescita dell’autostima. Probabilmente il razzo che ha costruito la tua bambina non è né esteticamente bello né funzionale. Ma nasce da un progetto, tanti ragionamenti, tante ipotesi scartate e altre validate. Nasce da un pensiero creativo ed è questo che dobbiamo portare a galla e valorizzare.
  3. Libera scelta: per il bambino significa fare quello che gli piace. Un bambino che ha una forte proprietà di linguaggio ma una scarsa manualità sarà sicuramente portato a preferire un gioco in cui si inventano storie ad uno gioco di costruzione. Noi genitori abbiamo quindi la possibilità di offrire attività e giochi per sfruttare la sua inclinazione (e quindi coinvolgerlo attivamente) e attivare il pensiero divergente partendo da quello che gli piace fare.
  4. Abitudine: se la routine è fondamentale nei bimbi fino ai 4/5 anni perché possano interiorizzare il concetto di tempo, è poi altrettanto fondamentale dai 6 anni spronarlo ad affrontare altri percorsi oltre quelli abitudinari: cambiare tragitto verso scuola, cambiare i posti a tavola. Piccoli gesti che danno un cambio di prospettiva.

Diventiamo più creativi perché ci allontaniamo dall’abitudine

Joy Paul Guilford

Attività creative per bambini di 2-3 anni

Per i bimbi piccoli l’unica regola per scoprire la propria creatività è la totale libertà di gioco.

I loose parts sono quindi i materiali primari per poter iniziare a stimolare la creatività. Mestoli di legno, pigne, tazze di plastica… qualsiasi cosa di uso quotidiano che per noi è banale, per loro è oggetto di meraviglia e scoperta.

Con i materiali destrutturati l’attenzione va posta sulle dimensioni dei materiali che forniamo. A quest’età è normale che l’esplorazione passi anche dalla bocca. Dobbiamo quindi evitare oggetti piccoli che potenzialmente possono essere ingoiati. Inoltre, facciamo attenzione al tipo di materiale. Generalmente il legno massello è più sicuro rispetto a quello compensato o altro legno pressato che contiene colle di cui non possiamo conoscere la tossicità.

Giochi per la creatività in bambini di 4/5 anni

Dai 4 anni, superata la fase di esplorazione orale, si possono proporre attività più definite.

La sperimentazione in cucina è una delle attività più divertenti e coinvolgenti, soprattutto con i bimbi che hanno difficoltà a provare nuovi sapori e consistenze. Per esempio, potete preparare una torta assieme dando a disposizione diversi ingredienti perché possa davvero creare qualcosa secondo i suoi gusti.

Come già accennato, le passeggiate nella natura, osservando e “sentendo” la natura attiva nuove connessioni grazie alle informazioni che il bambino acquisisce e alle domande che pone e si pone.

La musica è un altro potentissimo attivatore di pensiero divergente. Con la musica si balla, ci si rilassa, ci si concentra… Ogni tipo di musica scatena in noi emozioni diverse. Proviamo allora ad accompagnare un’attività semplice come ballare, mettendo come sottofondo musiche diverse. E osserviamo la reazione dei nostri bambini. A 4/5 anni i bambini riescono a percepire la differenza di ritmo ed è possibile iniziare un piccolo dialogo per sondare le emozioni e le sensazioni che prova.

Dai 4 anni il materiale destrutturato acquisisce più valore perché può essere usato per progetti più o meno elaborati. Il bambino, avendo superato la fase di esplorazione pura dei materiali, inizia a combinarli tra loro per costruire case, recinti e mondi fantastici. Noi come genitori dobbiamo solo creargli il contesto adatto a far splendere la loro creatività!

Attività per bambini di 6 anni

Le abilità linguistiche e comunicative dei bambini di 6 anni permettono di sperimentare giochi creativi con le parole.

Inventare storie con parole che iniziano con lo stesso suono, ad esempio con /ba/. Oppure, trovare due parole che fanno rima e dall’accostamento iniziare con la narrazione. O ancora partire da errori di pronuncia dei bambini per, ancora un volta, creare nuove storie, come insegna Gianni Rodari.

Anche se non sanno scrivere o leggere, l’approccio alla parola scritta inizia dall’ascolto dei suoni emessi quando si pronunciano. I suoni in questa fase sono traducibili in sillabe. Quindi è più facile capire il suono /ma/ rispetto al suono /m/.

L’ascolto e la percezione della musica cambiano e maturano a quest’età. Si può quindi iniziare ad esplorare le sensazioni che provocano diversi tipi di musica attraverso il disegno, il collage o altre forme artistiche in senso stretto.

Anche il materiale destrutturato acquisisce un ulteriore potenziale nelle mani di un 6enne. Proviamo a porre un problema come ad esempio “come faccio a trasportare questi libri pesanti senza sollevarli da terra?” e diamo libero accesso a strumenti e materiali. Il bambino saprà mettere a frutto tutte le conoscenze acquisite in altri ambiti e avrà la possibilità di sperimentare nuove ipotesi, da rigettare o da validare.

Spedizioni e resi

Confezionamento

Confezioniamo artigianalmente ogni kit. Ci riserviamo quindi fino a 5 giorni per la preparazione del pacco.

Spedizione

Le spedizioni vengono effettuate esclusivamente con Corriere Express. I tempi di consegna sono generalmente di 1-2 giorni (i tempi indicati potrebbero essere prolungati in caso di spedizioni per Sicilia, Sardegna e altre isole). Al momento dell’elaborazione del tuo acquisto verranno mostrati costi di spedizione. Ogni tentativo di consegna oltre il secondo sarà a carico del cliente.

Resi

Si effettuano resi entro 14 giorni dalla consegna del prodotto. I resi sono a carico del cliente e sono accettati su prodotti integri. Per la procedura di reso contattaci a info@titoetoto.com indicando in oggetto "RESO ORDINE [numero ordine]"

Per ulteriori informazioni clicca qui.